[ilink url=”https://www.unportopernoi.it/le-vostre-esperienze” style=”tick”]indice esperienze[/ilink]

La mia esperienza, la definirei drammatica….

Che dire, la mia esperienza, la definirei drammatica, non ho compiuto ancora nemmeno 19 anni e gia mi sento vecchio come un ottantenne che ha vissuto una vita fallimentare. Soffro di depressione, ansia, panico, ho sofferto in un primo momento di anoressia, da qualche anno invece soffro di bulimia. Sono un misantropo, non ho una ragazza, non ho amici, ho un rapporto pessimo con i miei genitori. La depressione mi e’ venuta quando ero adolescente e mi e’ rimasta anche adesso che sono un adulto. Ho perso due anni di scuola, dovrei dare gli esami di maturita’ a giugno se tutto fosse andato nel modo giusto, invece sono purtroppo ancora al terzo anno.

Mi piacerebbe fare le cose che fanno i giovani come me, ma mi lasciano sempre nella mia devastante solitudine. Vivo in un posto dove l’arretratezza e’ veramente notevole, dove non riesci a trovare il giusto pretesto per inserirti in una societa’. Vorrei essere felice, ho la forza di volonta’ per farcela, ma nessuno ha la medesima forza di volonta’ per aiutarmi veramente. L’anno scorso ero andato a vedere una mostra del grande Michelangelo Merisi in arte il Caravaggio e mi trovavo a bordo di una macchina guidata da un mio conoscente sacerdote, al ritorno e’ accaduto un imprevisto, un incidente stradale dove miracolosamente sono uscito illeso, completamente senza un graffio.

Li accadde per me un grande e drammatico colpo di scena, mia madre disse che era meglio se morivo, me lo ripete spesso ancora oggi. poi sempre l’anno scorso, alle 4 di notte c’era del fumo vicino la mia camera, ho chiamato naturalmente i pompieri e la gente del luogo ha sostenuto che fossi stato io a dar fuoco, mentre non e’ stato assolutamente cosi’. Anche li fortunatamente mi sono salvato, e’ stata piu’ la paura che la concretezza poiche’ quello che a me era parso fuoco era solamente del fumo che non ha devastato la casa. ho naturalmente degli effetti traumatici e non ho avuto nessun sostegno morale, anzi se la gente era cattiva con me adesso e’ diventata sadica nei miei confronti. Da un mese circa ho preso la patente, ma mio padre la macchina non vuole che io la porti mai, io che mi sentirei meglio facendo dei giri con lo stereo acceso e magari potrei conoscere qualcuno che potrebbe migliorare la mia vita, la mia vita privata avrebbe un notevole progresso, purtroppo non e’ cosi. Mi piacerebbe conoscere delle persone rilassanti, che non ti stressano in maniera mortale. Questa e’ un’altra patologia che spero di vincere, mi si dilatano spesso e volentieri le pupille. La depressione vera e propria mi venne quando avevo qundicianni.

Secondo me l’infelicita’ e’ il cancro dell’anima, infatti essa lacera le nostre sensazioni, le nostre emozioni e le nostre idee.

Nickname: Dottorpanico

[ilink url=”https://www.unportopernoi.it/le-vostre-esperienze” style=”tick”]indice esperienze[/ilink]