Sin da bambini abbiamo ascoltato un ammonimento: “non fare agli altri ciò che non piacerebbe fosse fatto a te “Non sempre abbiamo applicato la massima. Più spesso, seppure in modo non proprio conscio, ne abbiamo applicato il reciproco: faccio agli altri ciò che piacerebbe fosse fatto a me. Questo è il nostro quotidiano, fatto di vissuti più o meno equilibrati spesso inconsci.

Sovente nei rapporti interpersonali viviamo momenti di incomprensione, non comprendiamo l’agire dell’altro e questo ci causa sofferenza, e problemi, più riflettiamo sull’operato dell’altro, meno ne veniamo a capo.

Un suggerimento in queste situazioni, potrebbe essere quello di mettersi nella situazione dell’altro, quale sarebbe il nostro comportamento nell’occasione?