INTRODUZIONE

Con il pas­sa­re degli (1999–2016) e, viven­do con con­ti­nui­tà sem­pre più nel tes­su­to socia­le, del­la nostra pro­vin­cia, si indi­vi­dua­no real­tà ed esi­gen­ze non pri­ma imma­gi­na­te.
Rite­nia­mo che lo sco­po di un’associazione di volon­ta­ria­to sia il ten­ta­ti­vo di qua­li­fi­ca­re sem­pre più il suo ser­vi­zio, e di rispon­de­re per quel­le che sono le sue  pos­si­bi­li­tà, alle esi­gen­ze che di vol­ta in vol­ta ven­go­no rece­pi­te e matu­ra­te in seno all’associazione, cer­can­do di non dimen­ti­ca­re mai nell’operare, il moti­vo per cui ope­ria­mo, altri­men­ti si per­de­reb­be la con­no­ta­zio­ne del  ”fare volon­ta­ria­to” e sarem­mo tra­vol­ti dal­le nostre stes­se ope­re.
Que­sto è sem­pre sta­to il nostro “cre­do”.

Vini­cio Pel­le­gri­ni