5 COMPORTAMENTI DI CHI SENTE LA NECESSITÀ DI ACCONTENTARE TUTTI

Il desi­de­rio di vede­re le altre per­so­ne con­ten­te è mol­to nobi­le. Signi­fi­ca altrui­smo.

A vol­te però può diven­ta­re pro­ble­ma­ti­co. La neces­si­tà di accon­ten­ta­re tut­ti ti impe­di­sce di vive­re sere­na­men­te la tua vita e ti obbli­ga a fare cose che non vor­re­sti, a met­te­re in secon­do pia­no i tuoi desi­de­ri per sal­va­guar­da­re quel­li degli altri.

Si instau­ra un cir­co­lo vizio­so, quan­do sai cosa gli altri si aspet­ta­no da te, tu non puoi fare a meno di dar­glie­lo.

Vedia­mo qua­li sono i 5 com­por­ta­men­ti prin­ci­pa­li mes­si in atto dal­la per­so­ne che voglio­no accon­ten­ta­re tut­ti.

 

images

#1 NON SAI DIRE NO.

Rispon­de­re sì alle richie­ste di tut­ti signi­fi­ca che dovrai dire no a qualcos’altro. All’inizio rinun­ci al tuo tem­po libe­ro diven­tan­do l’unica per­so­na a cui sei in gra­do di rispon­de­re di no. Ma quan­do le richie­ste degli altri diven­ta­no trop­po e trop­po fre­quen­ti dovrai ine­vi­ta­bil­men­te fare dif­fe­ren­ze e dire no a qual­cu­no. Saran­no le per­so­ne a cui sei più lega­ta, quel­le a cui dire no è più faci­le per­ché la con­fi­den­za è mag­gio­re, quel­le a cui inve­ce dovre­sti pro­prio rispon­de­re di sì.

Sug­ge­ri­men­to: se rispon­de­re di sì è diven­ta­ta una rispo­sta auto­ma­ti­ca, comin­cia a rispon­de­re “non sono sicu­ro, devo con­trol­la­re”. In que­sto modo potrai pren­de­re tem­po e valu­ta­re a men­te fred­da la tua rea­le dispo­ni­bi­li­tà.

 

#2 PRENDERE DECISIONI TI AFFATICA MOLTO.

Pren­de­re deci­sio­ni è mol­to dif­fi­ci­le quan­do lo fai chie­den­do­ti qua­le sareb­be la deci­sio­ne che gli altri vor­reb­be­ro veder­ti pren­de­re. Non poten­do scru­ta­re nel­la loro testa non ti resta che fare rife­ri­men­to a qual­co­sa che vaga­men­te ti sem­bra pos­sa esse­re il loro modo di pen­sa­re. E spo­sta­re tut­to il peso deci­sio­na­le sul lato emo­ti­vo sof­fren­do mol­to ogni deci­sio­ne.

Sug­ge­ri­men­to: met­ti­ti al cen­tro del­la deci­sio­ne. Cosa ti pia­ce, cosa non ti pia­ce. Cosa ti sem­bra miglio­re e più giu­sto, cosa inve­ce evi­te­re­sti. Par­ti dal pre­sup­po­sto che accon­ten­ta­re tut­ti è impos­si­bi­le.

 

#3 NON CHIEDI AIUTO.

Rispon­den­do sem­pre di sì a tut­ti, sare­sti legit­ti­ma­to a doman­da­re agli altri qual­sia­si favo­re. Inve­ce non rie­sci a chie­de­re nem­me­no il più pic­co­lo aiu­to.

Sug­ge­ri­men­to: chie­de­re favo­ri è una cosa che si può impa­ra­re, si deve impa­ra­re, è sba­glia­to non saper con­ta­re sugli altri. Alle­na­ti chie­den­do un pic­co­lo favo­re al gior­no a qual­cu­no.

#4 NON VIVI SECONDO I TUOI VALORI E DESIDERI.

Se inve­sti tut­to il tuo tem­po e le tue ener­gie per con­fer­ma­re l’opinione che gli altri han­no di te, non te ne resta­no per fare quel­le cose che vor­re­sti fare se esclu­des­si­mo il giu­di­zio degli altri. Maga­ri pre­fe­ri­sci sta­re con il tuo fidan­za­to, ma non rie­sci a dire di no a un’amica che ti chie­de di usci­re. Oppu­re l’esatto con­tra­rio, pre­fe­ri­sci sta­re con un’amica ma non rie­sci a dire no al tuo fidan­za­to.

Sug­ge­ri­men­to: sta­bi­li­sci all’interno del­la set­ti­ma­na del tem­po per te. Deci­di­lo a prio­ri e pren­di­ne abba­stan­za per fare ciò che vera­men­te vuoi sen­za l’ansia dell’orologio.

 

#5 NON STABILISCI DEI CONFINI SALUBRI TRA TE E GLI ALTRI.

La dispo­ni­bi­li­tà che con­ce­di agli altri è la misu­ra del­la tua iden­ti­tà. Se ti si può chie­de­re tut­to gli altri comin­ce­ran­no a con­si­de­rar­ti come un’estensione del­le loro opzio­ni ogni vol­ta che dovran­no risol­ve­re qual­co­sa. E non come un’altra per­so­na che gen­til­men­te con­ce­de loro un favo­re.

Sug­ge­ri­men­to: evi­ta che le per­so­ne si appro­fit­ti­no di te. Puoi con­ce­de­re un favo­re, ma non può diven­ta­re un’abitudine. Impo­ni­ti di rifiu­ta­re se il nume­ro di favo­re fat­ti alla stes­sa per­so­na stan­no diven­tan­do trop­pi, se tra un favo­re e l’altro è pas­sa­to poco tem­po e se i favo­re richie­sti ti obbli­ga­no a spen­de­re mol­te ener­gie.

fonte: psikhe.com